Google+ Followers

giovedì 26 luglio 2012

PAINT YOUR LIFE

Paint your life su Real Time ha colpito, da quando lo seguo in tv ho voglia di risistemare tutta la casa, intanto sto studiando, credo di dedicare parte delle mie vacanze alla ristrutturazione del mio bagno e devo proprio iniziare dalla vasca da bagno, quindi ho cercato su internet qualche informazione in più ed eccola:
http://www.desiderimagazine.it/article/la-mia-casa/per-una-casa-splendente/smaltare_la_vasca_da_bagno.aspx
Certo sarebbe bello avere proprio lo stesso modello, ma non esageriamo, accontentiamoci di quello che c'è e cerchiamo solo di dargli un volto nuovo.


Smaltare la vasca da bagno

Votate
Smaltare la vasca da bagnoUn lavoretto fai da te, semplice, economico e veloce
Rifare il bagno costa. E quella vecchia vasca da bagno della nonna appoggiata sul pavimento come negli anni Venti, è così carina. Si può rinnovare lo smalto senza sostituirla?
La risposta è sì. Si può fare spendendo molto poco e in modo facile e veloce.
Tempo calcolato, testato dalla nostra redattrice di Desiderimagazine nonché “Brico-Girl”,  Paola: 2 ora circa, compresa la fase preparatoria, più i tempi di asciugatura della vernice.  Ecco come si fa

Scegli il prodotto giustoLa vernice bicomponenteLa vernice. Esistono prodotti validi, facili da stendere e che danno un risultato più che soddisfacente. Vai in un colorificio assortito e chiedi il prodotto specifico: una vernice autolivellante bicomponente (bicomponente perché la confezione è composta da 2 diverse sostanze da miscelare).

Cosa serve oltre alla verniceUn pennello, un piccolo rullo, un buon detergente, l’anticalcare, un panno speciale cattura polvere e carta vetrata fine
Il pennello e un piccolo rullo. Il pennello deve essere di larghezza media e di ottima qualità. Il rullo deve essere a pelo corto. Servono anche: un panno speciale cattura polvere, un bastoncino di legno per miscelare le due componenti di vernice e carta vetrata finissima (tipo: P320). Inoltre servirà un flacone di detergente/sgrassante per superfici casalinghe, una paglietta metallica o una spugnetta ruvida e infine dell’anticalcare.

Le operazioni preliminariPulizia e carteggiatura Pulizia e carteggiatura. Questa prima fase è molto importante, la vasca deve essere perfettamente pulita.  Elimina bene il calcare passando l’anticalcare con la paglietta metallica (Proteggi le mani con dei buoni guanti di gomma.) Poi risciacqua e pulisci la vasca con il detergente. Risciacqua e asciuga con un vecchio asciugamani. Aspetta qualche minuto affinché la vasca sia completamente asciutta e infine carteggiala. Al termine della carteggiatura, risciacqua ancora e passa il panno cattura polvere per eliminare del tutto eventuali “ residui.

La Verniciatura e l’asciugatura
Vernicia le parti ampie con il rullo, i bordi con il pennello. Poi lascia asciugare per almeno 24 oreCopri con dello scotch di carta tutte le parti vicine alla vasca che non devono essere verniciate.
Miscela in un vecchio barattolo le due componenti della vernice.  Mescola bene e inizia a verniciare. Usa il rullo per le aree verticali e il fondo della vasca. Mentre per quanto riguarda i bordi e le zone attorno ai rubinetti e al buco di scarico, meglio usare il pennello. La vernice bicomponente impiega circa 24 ore ad asciugare. E una volta asciutta è veramente a prova d’acqua!  Il nostro risultato è stato egregio. La vasca di Paola è lucidissima e sembra proprio nuova.

Nessun commento:

Posta un commento